B.F.Biassono-Virtus Cagliari 50-66 (9-19, 24-30, 34-41)

Biassono (12/42 2p, 4/20 3p, 8/16 tl, 39 r): Rossi 7, Frigerio 9, De Ponti, Sallustio 14, Colombo 2; Tettamanzi, Iasenza, Giulietti 2, Ottolina 5, Giorgi 5. All.: Fassina. 5 falli: Giulietti, Rossi

Cagliari (19/40 2p, 2/11 3p, 16/26 tl, 44 r): Ljubenovic 12, Vargiu 3, Saba 14, Innocenti 9, Scibelli 15; Fidossi 5, Mastio, Pintauro, Porcu, Lusso 2. All.: Tola 

Arbitri: Gazzé e Luca

 

Si può parlare di occasione sprecata dopo una partita persa con uno scarto di 16 punti? Si può e si deve, perché la Virtus Cagliari vista a Biassono non è sembrata un’avversaria irresistibile e se il BFB avesse tirato con percentuali almeno decenti (al termine 29% da 2 punti, 20% da 3 e 50% dalla lunetta) i primi 2 punti della stagione sarebbero stati a portata di mano. E invece la sola Sallustio (aiutata nel primo tempo da Frigerio) ha mostrato confidenza con il canestro, ma i suoi punti non sono bastati per tenere in linea di galleggiamento la barca biancorossa.

I 16 punti di scarto sono maturati nel finale, a partita ormai chiusa, perché il BFB è riuscito in almeno un paio di occasioni a ricucire un distacco che rischiava di diventare incolmabile: sotto di 10 (e anche di 12-13 dopo il primo quarto), Biassono ha saputo tornare a -6 all’intervallo lungo; penalizzato da una falsa partenza a inizio terzo quarto (0-9 di parziale in un paio di minuti, 24-39 il risultato), il gruppo di Fassina è riuscito a riportarsi a -7 a 10’ dalla sirena finale, salvo poi pagare la fatica per la doppia rimonta. La Virtus alla fine è stata 4 giocatrici (Scibelli, Saba, Ljubenovic e Innocenti) ma tanto è bastato per incassare 2 punti utilissimi in chiave salvezza.

Poco aiuto è arrivato da parte degli arbitri, che hanno cambiato più volte metro di giudizio durante la gara penalizzando non poco le biancorosse (7 falli a 1 a favore di Cagliari nel primo quarto, 6-1 nel terzo, 23-13 il computo totale) e mandando 26 volte in lunetta le ospiti.

Resta il rammarico, per il BFB, per un’occasione sprecata: sarebbe bastato ripetere il fantastico secondo tempo disputato due giorni prima come Under 19 contro Geas e la prima vittoria in A2 non sarebbe stata più soltanto un miraggio.

Ora la pausa natalizia, poi il ritorno in campo l’11 gennaio a Genova contro una squadra che, seppure già con un piede e mezzo nella poule promozione, non avrà gradito essere battuta in casa nell’ultima partita del 2013 da Torino.

+Copia link

0 Responses to “A2-Il KO con Cagliari chiude il 2013”

Cerca tra gli articoli

Inserendo una parola nel campo sopra e premendo 'Enter' potrai trovare tutti gli articoli a cui è riferita.

Articoli Collegati

» Leggi tutti