B.F.Biassono-Madonna Alta Perugia 67-53(14-14, 24-34, 48-46) Biassono: Novati 13, Mariani 16, Berti, Romano, Celli, Giulietti 34, Paleari 4, Brambilla, Di Maio, Mornato,  Colombo, Viganò 2 All: De Mio. Aiuto Allenatore: MinottiPer la cronaca ufficiale di questa incredibile partita consultate il sito FIP: http://www.fip.it/giovanile/DocumentoDett.asp?IDDocumento=60744Cronaca per BFB di Maurizio Berti Dovevamo venire fino a Montefiascone, a 10km da Viterbo, sul lago di Bolsena. Fino a ieri, un nome ed un luogo senza particolare significato per tutti noi. Dovevamo venire fino qui per la sfida tra le perdenti della prima giornata, ovvero per decidere chi doveva fare le valigie e tornare al paesello e chi poteva continuare a sperare.Dovevamo venire qui, nella quiete della Tuscia, per ritrovarci dopo 2 maledetti quarti in un luogo imprevisto : l’Inferno. Bolgia degli sconfitti. Congelati a -10, un freddo intenso nelle ossa e nel cuore, ragazze a testa bassa in cammino verso lo spogliatoio, sguardi increduli, parole che mancano. A chiederci come e’ possibile che finisca cosi’, e gia’ trovare le mille ragioni per inveire contro gli dei del basket, delle articolazioni fuori posto e delle ossa acciaccate.Ti chiedi cosa puo’ succedere adesso per cambiare le cose, e non trovi risposta, e l’unica soluzione per te che sei sugli spalti e’ cambiare lo schieramento sulle sedie della tribuna, perche’ e’ emerso chiaramente che dove sei stato seduto finora hai portato sfiga…..Poi rieccole. Non so chi l’abbia notato, ma per un attimo e’ sembrato che il Mino avesseil profilo di Virgilio, quello che fin dai tempi di Dante conosceva la strada per uscire dall’Inferno.….E’ un’altra musica, inizia forte e sale, sale, sale sempre piu’ forte. E’ troppo forte. Le avversarie ribattono all’inizio colpo su colpo, ma lentamente ed inesorabilmente quella musica comincia a essere insostenibile per i loro timpani. Quella difesa biancorossa diventa sempre piu’ impenetrabile, una foresta equatoriale intricata, con quelle bracciasempre in alto nascondere il sole alle combattive perugine. Quella difesa balla al suono di una musica tribale, e il volume e’ troppo alto, le avversarie sono stordite.La’ davanti, ogni discesa a canestro e’ una valanga che scende a valle. Le avversarie si oppongono con tutti i loro mezzi, ma la forza della valanga le spazza via. Come puo’ lo scoglio arginare il mare, si chiedeva un tale…. il mare biancorosso e’ uno tsunami.  Alla fine, senza piu’ voce ne’ forza, guardiamo increduli il tabellone : Biassono +14. Il tabellino ha numeri da paura. Ma quello che il tabellino non puo’ riportare e’ quello che abbiamo visto con i nostri occhi sul campo in quel secondo tempo : gli occhi delle ragazze, i loro volti sofferenti, chi giocava su una gamba sola, chi guidava la valanga, quel saltare piu’ in alto in continuazione per afferrare quel rimbalzo, quella foresta impenetrabile di braccia fitte, quel buttare tutto quello che c’era ancora da buttare incampo in ogni secondo di quei maledetti 24, per poi ricominciare.Suona la sirena, le ragazze sorridono. E’ il primo sorriso vero e genuino di questa trasferta a Viterbo. La stanchezza e gli acciacchi sembrano scomparsi. Ci guardano negli occhi. Io ci leggo un loro messaggio.“Cari tifosi, avete ascoltato bene il nostro urlo iniziale : Non mollare mai, mai, mai.Ecco : il significato di quell’urlo e’ cio’ che abbiamo fatto in questo secondo tempo”.A me vengono in mente le parole di una canzone di Peter Gabrieldon’t give up
‘cos you have friends
don’t give up
you’re not beaten yet
don’t give up
I know you can make it good
(Non arrenderti perché hai amici
non arrenderti non ti hanno ancora battuto
non arrenderti so che sai farlo bene
 )
A tarda sera, sembra che qualcuno abbia trovato nello spogliatoio delle biancorosse un biglietto in un angolo. Era quello del viaggio di ritorno dall’Inferno. Mino alias Virgilio l’aveva dimenticato li’…..All’alba del terzo giorno, restano ancora tanti 24 secondi da giocare. Quelli piu’ importanti ? Ovviamente i prossimi. Nemm. Non mollare: mai mai mai.

+Copia link

0 Responses to “U15-Inferno, andata e ritorno”

Cerca tra gli articoli

Inserendo una parola nel campo sopra e premendo 'Enter' potrai trovare tutti gli articoli a cui è riferita.

Articoli Collegati

  • Claudio Giulietti

    U15-TERZO POSTO!

    B.F.Biassono-Libertas Moncalieri 55-46 (8-13, 29-28, 40-35)…

    By: Claudio Giulietti
    Data: 10/07/2013

  • Claudio Giulietti

    U15-SEMIFINALE!!!!

    Geas Basket-B.F.Biassono 47-51 (11-15, 31-30, 43-42)…

    By: Claudio Giulietti
    Data: 06/07/2013

  • Claudio Giulietti

    U15-La strada giusta

    B.F.Biassono-Stella Azzurra Roma Nord 56-35 (16-3; 30-13; 37-24)…

    By: Claudio Giulietti
    Data: 04/07/2013

  • Claudio Giulietti

    U15-24 secondi

    B.F.Biassono-Umana Reyer VE 49-67 (7-22, 25-42, 44-52)…

    By: Claudio Giulietti
    Data: 02/07/2013

  • Claudio Giulietti

    U15-‘Nemm …. questo…

    28x15. Sono i metri di lunghezza e di larghezza del rettangolo di gioco, del parquet.…

    By: Claudio Giulietti
    Data: 01/07/2013

  • Claudio Giulietti

    U15-Ultima di regular season

    B.F.Biassono–Comets MBS Milano 50–47 d.t.s (14-10; 22-16; 33-33; 41-41)…

    By: Claudio Giulietti
    Data: 29/04/2013

  • Claudio Giulietti

    U15-Yoyo

    Sangabriele-B.F.Biassono 70-82 (9-15, 26-38, 49-65)…

    By: Claudio Giulietti
    Data: 21/04/2013

  • Claudio Giulietti

    U15-Termoli arriviamo

    B.F.Biassono-Costamasnaga 64-51 (20-16, 34-27, 47-40)…

    By: Claudio Giulietti
    Data: 14/04/2013

  • Alessandro  Sallustio

    U15 – Grazie “Special…

    Lunedì 25 marzo, presso la palestra di Albavilla (CO), anche la nostra Under…

    By: Alessandro Sallustio
    Data: 26/03/2013

  • Alessandro  Sallustio

    U15-Importante vittoria a…

    Milano Stars-B.F.Biassono 56-59 (12-19, 23-28, 41-45)…

    By: Alessandro Sallustio
    Data: 14/02/2013

» Leggi tutti