Storia della Società

L’A.S.Dil. Basket Femminile Biassono è nata nell’estate 1970 grazie all’intuizione di quello che ne sarebbe diventato il presidente storico, Antonio Marchini. In quasi 44 anni ha ottenuto eccellenti risultati soprattutto a livello giovanile, la vera missione del club biancorosso.

Gestita da Patrizia Marchini, dopo la scomparsa di papà Antonio, con l’aiuto di Emanuele Beretta e Paolo Riva, la società BFB si è insediata in serie A2, ottenendo come miglior risultato la partecipazione ai playoff per la promozione in A1. Non si contano invece le partecipazioni alle Finali Nazionali delle formazioni giovanili: il podio più recente è quello della formazione Under 15, terza alle Finali di Viterbo nel 2013. Attualmente BFB ha una formazione in A2, composta quasi esclusivamente (l’unica senior è la 21enne Colombo) da giocatrici Under 19 e 17; la formazione Under 19 ha raggiunto la fase interzona, così come hanno fatto le squadre Under 17 e Under 15 (attualmente in testa nei rispettivi campionati elité della Lombardia, la regione trainante del basket in Italia), mentre Under 14 e 13 stanno ottenendo buoni risultati nei campionati regionali.

Dal 2013 BFB ha stretto un accordo di partnership e collaborazione con Mens Sana Siena, uno dei club più titolati (8 scudetti, di cui 7 consecutivi) della pallacanestro italiana: l’accordo prevede un continuo interscambio di esperienze tra i rispettivi staff tecnici e una prosecuzione del progetto BasketBall Generation. Già nelle ultime gare della stagione in corso le divise del BFB (in tutte le categorie) sono le stesse utilizzate da Mens Sana, ovviamente però “virate” in bianco e rosso, i colori sociali di BFB.

La società BFB è da tempo impegnata nel sociale: dal 2012 ha un accordo di collaborazione e di testimonial con la Onlus “Cancro Primo Aiuto” (CPA), impegnata nel supporto e sostegno ai malati di cancro, con particolare attenzione alle donne. Le ragazze della squadra sono state testimonial della campagna “Progetto Parrucca”, che fornisce gratuitamente parrucche alle donne in cura chemioterapica. Da anni inoltre BFB collabora con Special Olympics, effettuando allenamenti, partite e iniziative comuni con atleti con disabilità mentali, e con l’Opera Don Guanella di Como, che ospita ragazzi problematici e disadattati.

+Copia link